[ENGLISH VERSION BELOW]

 

Sita nel centro storico di Palermo, si affaccia sulla strada del Cassaro (l’odierno Corso Vittorio Emanuele), nel mandamento Palazzo Reale, in prossimità della Cattedrale, rappresenta una meta imperdibile per i cercatori delle “gemme” barocche nascoste per la città.
La chiesa sorse nell'IX secolo su un monastero di suore basiliane di origine normanna di cui, secondo la leggenda, Costanza d'Altavilla, madre di Federico II, ne fu badessa. L’edificio fu rimaneggiato più volte nei secoli seguenti fino ad assumere l'attuale aspetto barocco. L'interno è riccamente decorato da marmi policromi, stucchi e affreschi. L'ultima guerra danneggiò gravemente la struttura, che fu utilizzata come auditorium per un periodo, ritornando successivamente alle funzioni eucaristiche dopo un restauro magistralmente eseguito. Il monastero è legato a Santa Rosalia, patrona di Palermo, di cui nell'altare principale troneggia la grande pala del 1725 con la Gloria di S. Rosalia. Dalla cupola, finita di edificare nel 1690, è possibile osservare tutta la città a 360°, dal porto a Monreale, ammirarne il centro storico, dunque la Cattedrale, il Palazzo Reale, Monte Pellegrino e il Teatro Massimo sono soltanto alcune delle meraviglie che da quella prospettiva è possibile ammirare.

 

                                                                                                      * * * * * 

 

The SS. Salvatore Church is located in the historic center of Palermo, looking out over Cassaro road (nowadays Corso Vittorio Emanuele), in the district Royal Palace, near the Cathedral; it is an unmissable destination for seekers of hidden baroque "gems" in the city.
The church was built in a IX century monastery inhabited by the Basilian Sisters of Norman origin of which, according to legend, Costanza d'Altavilla, mother of Federico II, was the abbess. The building was remodelled several times until it reached its current baroque appearance. The interior is richly decorated with polychrome marble, stucco and frescoes. The structure was severely damaged by the last war. It was used as an auditorium for a period, then returned to the Eucharistic functions after a masterful restoration. Inside, in its main altar stands the great altarpiece of 1725 with the Glory of St. Rosalia, the patron saint of Palermo. From the dome,completed in 1690, it is possible to enjoy a 360-degree view of the whole city: the harbor, Monreale, the Cathedral, the Royal Palace, Monte Pellegrino, Teatro Massimo, which are some of the treasures you can enjoy from this spot.