[ENGLISH VERSION BELOW]

 

Sito nella piazzetta Angelini, di fronte al palazzo Branciforte e alle spalle della Prefettura, si nasconde un piccolo gioiello: la chiesetta di Santa Maria del Piliere (anche nota come Santa Maria degli Angelini), un vero must per chiunque voglia perdersi nei tesori dimenticati di questa città.

 

La Chiesa di Santa Maria del Piliere fu fondata nel 1541 per iniziativa della nobildonna palermitana Giulia De Panicolis ; il nome è legato alla statua lignea della Vergine con il bambino,che venne trovata nel 1539 durante gli scavi del pozzo sito nel luogo in cui poi venne edificata la chiesa. La Madonna venne poi posta su un pilastro (“pilieri” in siciliano) marmoreo e custodita all’interno della chiesa edificata in suo onore per volere e devozione dell’intera città.
Alla morte della donna, la chiesa ospitò diverse maestranze: inizialmente quella dei Calzettai e degli Argentieri, successivamente la congregazione degli Angelini (nella seconda metà del 600) e dei pizzicagnoli, e per ultimo la Compagnia dei cavalieri di San Giacomo. Verso la metà del 700 nella chiesa vennero apportate modifiche: all’interno è possibile ammirare il complesso scultoreo (di scuola serpottiana) di profeti posti lungo la navata, e gli affreschi rappresentanti storie Bibliche e, nella volta, “la nascita di Sansone” realizzati dal pittore Vito D’Anna.
Molti di questi lavori subirono la ferocia dei bombardamenti bellici del 1943, a seguito dei quali la chiesa venne chiusa e solo in un secondo momento soggetta a restauri.
Per molti anni la chiesa è rimasta chiusa ai visitatori, ma da qualche anno l’Associazione di giovani volontari “Gli amici del piliere” ha riportato in vita tutti gli spazi della chiesa attraverso iniziative e progetti artistici di vario tipo.
Anche quest’anno la Chiesa figura tra i monumenti visitabili durante il progetto culturale “Le Vie dei Tesori”.

 

Chiesa di Santa Maria del Piliere
Quando: (Le vie dei Tesori) Sabato e Domenica dalle 10 alle 17.30
Dove: Via Bara all’Olivella (Piazzetta Angelini, n°1 – di fronte Palazzo Branciforte), Palermo
Ticket: Intero € 2 o in carnet

 

 

                                                                                                 * * * * *

 

 

Located in Angelini small square, next to Branciforte Palace and behind the police prefecture, a little gem is hidden: the beautiful Church of Santa Maria del Piliere (also known as Santa Maria degli Angelini), a “must see” for those who want to lose themselves into the forgotten treasures of the city.

 

The church was founded by the palermitan noblewoman Giulia De Panicolis in 1541; its name is due to the discovery (1539) of a wooden statue of Virgin Mary and Child during the excavation of the well sited at the place where the church was built. Later, the Virgin Mary was placed on a marble pillar ( “pilieri” in Sicilian dialect) and whose devotion led to the construction of the church. When the lady died, the church hosted several craftsmen: firstly, Calzettai and Argentieri masters, then Angelini’s congregation and Pizzicagnoli masters and lastly the Compagnia dei cavalieri di San Giacomo. During the late 700, the church underwent some changes: inside, it is remarkable the sculptural group of prophets located down the nave and the religious frescos in the vault (such as “La Nascita di Sansone”) by Vito D’Anna.
Some works were destroyed by violent  bombing during World War II in 1943, so the church was closed in order to be restored.
It has been closed for years, but recently some volunteers organisation called “Gli amici del Piliere” re-opened its doors to bring to life the building through cultural activities and projects.
Just like last year, the church is included into the cultural and local project “Le vie dei Tesori”.
Chiesa di Santa Maria del Piliere
When: (Le vie dei Tesori) Saturday and Sunday  from 10 am to 5.30 pm
Where: Via Bara all’Olivella (Piazzetta Angelini, n°1 – in front of  Branciforte Palace), Palermo
Ticket: € 2 or carnet