La gustosa pietanza dalla forma arrotondata è uno dei piatti più consumati, più amati e più rielaborati dai vari locali palermitani che contribuiscono giorno dopo giorno a incoronarla come la regina dello street food del capoluogo siculo.
Le origini di questo piatto risalgono al tempo della dominazione araba in Sicilia, durata dal IX al XI secolo d.C. L'abitudine degli arabi era quella di mettere del riso lessato nel palmo della mano sinistra, per poi condirlo con la carne prima di mangiarlo. 
In realtà non ci sono tracce dei procedimenti di preparazione nei documenti storici, ma a livello bibliografico sappiamo che l’ “arancinu” – come è riportato nel dizionario siciliano-italiano di Giuseppe Biundi (1857) - sia una vivanda dolce di riso dalla forma di melarancia. Queste divergenze ci fanno supporre che il piatto tradizionale non coincida  con quello creato dalle abitudini arabe. Secondo una nuova teoria del XIX secolo, l’arancina é nata come un dolce di riso, ma è anche vero che essa, sia stata trasformata immediatamente in un piatto salato come tramandato dagli arabi. Il termine "arancina" nel tempo è stato oggetto di controversie inerenti il genere del termine al maschile o al femminile. Arancina o arancino? Sembrerebbe una formalità linguistica, eppure per i siciliani ciò rappresentava un vero e proprio mito indiscusso che non ammetteva contraddizioni. I siciliani orientali si affezionarono al termine maschile, mentre quelli occidentali a quello femminile. Dopo anni di dispute linguistiche l'accademia della crusca afferma che: "il femminile è considerato più corretto perché l'opposizione di genere è tipica nella nostra lingua, con rare eccezioni, per differenziare l'albero dal frutto; perché in particolare i palermitani avendo adottato la forma femminile per il frutto (arancia), l'hanno usata nella forma alterata anche per indicare la crocchetta di riso: dunque arancina. 
Viene consumata praticamente a qualsiasi ora del giorno e della notte,infatti funge da pasto completo per i più frettolosi o come antipasto per i più sofisticati. Ma per i coraggiosi, invece, l’arancina è il pasto ideale per lo spuntino di metà mattinata o per “soddisfare” il languorino post serata.
Gli ingredienti per cucinare le vere arancine della tradizione sono:

lt. 2,5 di acqua.

gr. 100 burro o tritato

2 bustine di zafferano

* * * * *

Saffron, butter or minced meat are only some of the ingredients of street food’s queen of Palermo, full of history and traditions.
The tasty rounded shape meal is the most consumed,loved and reworked of the different bar in Palermo that contributed day by day to crown it as the street’s food queen of the Sicily.The origin of this meal came from the Arabic domination in Sicily, last from IX to XI century d.C. Arab’s habit was of putting boiled rice in left hand side’s palm, and then puttinng the meat inside before eating it. We don’t have tracks of preparation’s method in historical documents,but as bibliographical level we know that l’”arancinu”- like in the Sicilian-italian dictionary of Giuseppe Biundi(1857) is a sweet meal of rice with a an orange’s shape. These disagreements let us belive that the traditional meal doesn’t correspond to the traditional Arabic meal. According to a new theory of XIX century, arancina was born as a rice’s sweet,but it is also true that it has changed in a salted meal, like the Arabic tradition. The word arancina in the course of time was object of disagreements connected to the gender masculine or feminine. Arancina or arancino? It seems a linguistic formality, but for Sicilians it represented a real and undiscuted legend without contradiction.Eastern Sicilians appreciated masculine word, instead western Sicilians prefered feminine word.After years of linguistic discussion the Crusca’s Academy says that” feminine is considered more correct because the gender’s opposition is typical in our language, with rare exceptions to diversify the tree from the fruit; because in particular, the palermitani adopting the feminine for fruit (orange) used it also to refer to the ball of rice, so arancina. It is consumed every time of the night and day, infact  it substitutes a complete lunch for  more hurried people or a starter for more sophisticated people. But for the braves it is the ideal meal for a snack in half morning or to satisfy hunger after dinner. Ingredients to cook the real arancine of the traditions are:
2,5 litre of water
100grammes of butter or minced meat
2 small bag of saffron