Il Parco della Favorita è l’area verde più estesa della città di Palermo. Fu creato nel 1799 da Ferdinando III di Borbone che fu costretto a lasciare il Regno di Napoli invaso ormai dall’esercito francese. Trasferitosi in Sicilia, egli riuscì ad espropriare 400 ettari di terreno dalle famiglie aristocratiche del tempo per creare il Real Parco della Favorita, nome che ricordava l’omonima Reggia dei Portici. 
Inizialmente nacque come terreno per esperimenti agricoli e riserva privata di caccia, decorato da statue e fontane a carattere mitologico. Infatti, i due principali viali sono dedicati alla dea della caccia Diana e all’eroe delle 12 fatiche Ercole. All’interno del parco è possibile visitare inoltre la Palazzina Cinese, casina di caccia del re Ferninando IV di stile orientale, e la settecentesca Villa Valguarnera di Niscemi, adesso sede di rappresentanza del Sindaco.
Nel 1995, la Favorita divenne Riserva Naturale Orientata, un’area dove sono conservate e tutelate flora, fauna, architettura e storia del parco. Sono presenti aree attrezzate frequentate dai palermitani per trovare refrigerio e fare dei barbecue.
 

Ingresso: Piazza Leoni, Palermo 
Come arrivare:

- Da Piazza Don Luigi Sturzo prendere la linea 806 direzione Mondello fino a fermata Libertà-Lazio e proseguire in Via dell’Artigliere 

- Da Stazione Centrale linea 101 direzione Stadio fino a fermata Libertà-Lazio e proseguire in Via dell’Artigliere

* * * * *

 

The Favorita's Park is the biggest green area in Palermo. It was created in 1799 by Ferdinando III of Borbons whom was forced to leave the Kingdom of Naples, already taken by the French Army. Once moved to Sicily, he succeed to dispossess 400 hectares of land from the aristocratic families of that time to create the Royal Park of Favorita, name which reminded to the homonym Reggia dei Portici.
At the beginning, it was born as field for agricultural experiments and private hunting reserve, garnished by statues and fountains in mythological style. Indeed, the two most important boulevards are dedicated to the goddess of hunting Diana and to the 12 struggles-hero Hercules. Within the park, you may visit the Palazzina Cinese, an exotic-style house of hunting of king Ferdinando IV of Borbons, and the eighteenth-century Villa Valguarnera di Niscemi, nowadays registered address of the mayor of Palermo.
In 1995, the Favorita became a natural reserve, an area in which flora, fauna, architecture and history of the Park are preserved. There also some areas where Palermitans are used to chill having barbecues.
 

Main Entrance: Piazza Leoni, Palermo
How to get there:

- From Piazza Don Luigi Sturzo take bus n°806 to Mondello until Libertà-Lazio stop, then walk trough Via dell’Artigliere
- From Central Station take bus n°101 to Stadio until Libertà-Lazio stop, then walk trough Via dell’Artigliere