La città di Palermo ha cambiato spesso nome nel corso delle epoche: Tra i primi colonizzatori della città ci furono i fenici che la denominarono “Zyz” (la "z" va pronunciata come "s" sonora) questo termine in fenicio significa “Il fiore”; anche se non è ancora stato accertato questo dato, molte monete provenienti da Palermo di periodo punico portavano la dicitura Zyz e visto che Palermo era una delle tre città puniche della Sicilia molto probabilmente aveva una propria zecca. Il nome sembrerebbe derivare dalla conformazione della città che tagliata da due fiumi ricordava il profilo di un fiore. Successivamente furono i Greci a sbarcare nella città cambiandole il nome in Panormos (dal Greco παν-όρμος, tutto-porto) La chiamarono così perché i due fiumi che la circondavano (il Kemonia e il Papireto) creavano un enorme approdo naturale. Questo nome andò diffondendosi grazie al rafforzamento dell'influenza greca sull'isola e che poco a poco venne modificato dai successivi colonizzatori, come i Romani che mantennero, con una lieve modifica di pronuncia, la denominazione greca con la quale avevano conosciuto la città, ossia Panormus. Nell’arco del tempo, vista la strategica posizione geografica della Sicilia arrivarono prima gli arabi e poi i normanni che modificarono nuovamente il nome prima in Balarm e poi in Balermus; un semplice cambiamento di pronuncia del nome precedente. Gli venne attribuito anche uno speciale soprannome “Conca d’Oro”; questo deriva dal fatto che tutt’attorno alla città si ergono rigogliose montagne che l’abbracciano e che accologno al suo centro un’esteso terreno ricco di alberi di agrumi (arance, limoni etcc) che hanno sempre caratterizzato la nostra isola. Il nome definitivo della città venne acquisito in età moderna ed è quello che, ad oggi, è il nome ufficiale: Palermo.

 

ENGLISH

 

The city of Palermo has changed its name all across the ages. One of the firsts colonizers of the city were the Phoenicians who called it “Zyz” (the “z” sounds as a strong “s”), this phoenician’s name means “the flower”; although this is not a certain fact, a lot of coins, that belongs to the Palermo Phoenician’s age, were found with the sign “Zyz”, this could be true because Palermo was one of the three phoenicians cities which hold their own mint. The name derives probably from the conformation of the city, which is crossed by two rivers, that reminds us about a flower. After that was the time for the Greeks to colonize the city so they changed the name in “Panormos” (παν+ὅρμος) its means "all-port" and it was named so because of its fine natural harbour. That name became very popular thanking to the strong influence of the greek culture all around the island; name that was modified by Romans in Panormus. The perfect geographical position of Sicily in the middle of the Mediterranean sea, throught the time, allowed the colonization of Palermo from other populations. The Arabs and the Normans changed again the name of the city in Balarm first and Balermus after; it was just an alteration of the pronuntiation. Palermo has also a nickname that is “Conca d’Oro” it refers to the beautiful and green land between the mountains which is all covered by citrus tree (oranges, lemons etc) that now are a true symbol of this Island. The last name was designed just in the modern age and it is still the official one: Palermo.